INDIA: In crescita la produzione di vino, rallenta il consumo

Nel 2010 la produzione di uva (da tavola e destinata alla vinificazione) in India è stata stimata intorno a circa 18mila quintali, ovvero l’equivalente della produzione iraniana. Questo dato pone l’India al nono posto tra i produttori di uva nel mondo, facendone peraltro uno dei pochi paesi al mondo in cui questa produzione è in crescita, come avviene anche in Cina (terzo produttore mondiale), in Turchia (sesto produttore) e in Argentina (ottavo produttore al mondo).
Il vigneto indiano rimane tuttavia relativamente ristretto, con circa 22mila ettari per circa 2 milioni di casse di vino vendute per anno; la viticoltura finalizzata al vino è si è sviluppata appena 30 anni fa, quando l’impiantazione del vigneto di Chateau Indage, nello stato di Maharashtra (centro-ovest dell’India) ha dato l’impulso allo sviluppo di un moderno concetto di produzione viticola per la vinificazione.
Se la produzione pare quindi godere di un buon impulso, lo stesso non si può dire per il consumo, che secondo le stime della Camera di Commercio Indiana (ASOCHAM), dovrebbe aumentare fino a 14,7 milioni di litri a fine 2012, posto che nel 2008 erano stati consumati soltanto 4,6 milioni di litri di vino. La consumazione pro capite dovrebbe quindi passare da 0,01 a 0,03 litri per persona. Se queste proiezioni saranno confermate nei fatti, si tratterà di un risultato piuttosto deludente alla luce delle precedenti previsioni del 2004 che stimavano la consumazione raggiungere i 17 milioni di litri già dal 2010.
Differenti ragioni possono spiegare questo rallentamento nei consumi di vino in India, primo fra tutti un fattore culturale (la cultura indiana non vede di buon occhio il consumo di bevande alcoliche), ed inoltre il vino è molto meno radicato nella cultura indiana che non la birra o i distillati.
Ad oggi i maggiori consumatori di vino sono concentrati nelle più grandi città del paese, da Mumbai a Delhi, Bangalore o nello stato del Punjab.
Inoltre i dazi e le barriere doganali a cui sono sottoposte le importazioni di vino sono un ulteriore segno della volontà governativa di ostacolarne la circolazione.

FONTE: Vitisphere, OIV

Questa voce è stata pubblicata in India e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a INDIA: In crescita la produzione di vino, rallenta il consumo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...